31 maggio 2015

Il sole della Calabria





Con questa ricetta partecipo al contest Fattorie Aperte ai FoodBlobber


https://www.facebook.com/fattorieaperteinsila?fref=nf




Porto sempre nel cuore la calabria, la mai vacanza a Tropea mi ha permesso di conoscere delle persone speciali e assaggiare alcuni dei prodotti che questa bellissima regione ci offre.
Ho deciso di fondere la tradizione del pane fatto in casa di casa mia con i prodotti calabresi che più amo, filo conduttore il sole.
Preparo quindi un sole di focaccia ripiena di cipolle rosse di Tropea caramellate, nicastrese piccante di Lamezia Terme e caciocavallo.
La farina che ho scelto è un mix tra un'integrale e un tipo 1 tutte rigorosamente macinate a pietra.   


Ingredienti
200 gr di farina integrale
300 gr di farina tipo 1
10 gr di lievito di birra fresco
1 cucchiaiono di malto d'orzo in polvere
1 cucchiaino di miele
300 gr di acqua
2 cucchiaini di sale fino

Per la farcitura
2 cipolle rosse di Tropea
100 gr di Nicastrese Piccante di Lamezia Terme
100 gr di caciocavallo calabrese




Procedimento
Tagliare le cipolle e metterle in una padella a caramellare con 2 cucchiai di olio evo.
Quando saranno pronte lasciare raffreddare.

Impastare, la farina con lievito sbriciolato, malto, miele, acqua a metà aggiungere il sale fino, portare l'impasto ad incordatura.
Lasciare riposare per la lievitazione in una boule ben chiusa fino al raddoppio del volume.
Io normalmente metto il contenitore aLl'interno del forno.
Quando l'impasto sarà lievitato, dividerlo a metà e formare dei dichi della stessa misura.



Tagliare i due dischi a forma di fiore.
Farcire i "petali" con nicastrese tagliata a julienne, cipolle rosse caramellate, e dadini di caciocavallo.

Utilizzare la 2° focaccia per chiudere la prima sigillando bene i bordi.

Lasciar lievitare fino al raddoppio



Accendere il forno a 250° e cuocere per 15/20 minuti.

Sfornare, e servire prima i petali, e per ultimo il cuore del fiore.




LEGGI TUTTO...

25 maggio 2015

Tiramisù alle Fragole....mancino



E finalmente anche quest'anno sono arrivate le fragole... rosse, profumate, golose e molto molto versatili...Allora penso e dico, vorrei fare qualcosa di goloso ma non pesante...e dopo circa 1 ora di faccende dommestiche un flash.......trovatooooooooooo voglio un tiramisù ma non quello classico vorrei un dolce fresco e buono, non pesante. L'idea è quella di utilizzare lo yogurt greco che è diventato un elemento fodamentale nella mia cucina, non è da molto che l'ho scoperto ma non riesco più a farne a meno soprattutto d'estate. Lo si può utilizzare in preparazioni dolci e salate, ma anche come accompagnamento per insalate e piatti freddi.
Come prima cosa devo preparare la Victoria Sponge Cake come base, poi la crema allo yogurt greco e poi...mmmm....le fragole come decorazione ok ma....vorrei qualcosa di folgorante.....ci dormo su poi domani vedremo....Al mattino mi alzo guardo Facebook e vedo...una folgorazione...gelatine alle fragole.... La mia amica Elena ha appena postato sul suo blog una ricetta per creare le gelatine senza utilizzare la colla di pesce....ricetta stupenda come tutte le sue ricette...fatele una visita il suo blog si chiama Comincio da Qua si trovano sempre delle idee nuove e gustose.

Ora però è meglio che mi metta al lavoro, questo Tiramisù deve essere strabiliante....anche perchè è per il compleanno di una cara amica che purtroppo è intollerante al lattosio.

Ingredienti per la Victoria Sponge Cake
210 g di farina autolievitante
225 g di zucchero di canna fine
25 g di farina di mais
1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
225 g di burro, molto morbido
4 uova
3 cucchiaini di latte
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
per farcire


Ingredienti per la crema
300 gr di mascarpone senza lattosio (io ho provato quello della Santa Lucia, è molto buono, quasi identico all'originale)
500 mi di panna vegetale
250 gr di yogurt greco al naturale
60 gr di zucchero a velo

Ingredienti per le decorazioni
300 gr di fragole

Ingredienti per la gelatine di fragole
350 ml di succo di fruttaalle fragole naturale
4 cucchiaini di agar agar in polvere
2 cucchiai di miele millefiori

Per prima cosa posizionare il vaso della kitchen e la frusta in frigo, dovranno essere ben fredde per montare la crema di mascarpone.

Preparazione della Victoria Sponge Cake, può essere fatta anche il giorno precedente.
Accendi il forno a 180°C.
Imburra 2 stampi uguali rotondi e infarinali, poi scuoti via l’eccesso.
Setaccia la farina in una ciotola, aggiungi lo zucchero, il lievito e la farina di mais e mescola con un frullino a velocità bassissima, poi aggiungi anche il burro, un po’ alla volta, le uova, uno alla volta, il latte e l’estratto di vaniglia. Mescola bene usando il frullino, ma non esagerare.
Trasferisci l’impasto dividendolo tra i due stampi, livella la superficie con una spatola e inforna sul ripiano centrale del forno già caldo (dovrebero stare sullo stesso piano possibilmente, altrimenti quella sotto potrebbe cuocere un po’ meno – nel caso, prosegui la cottura della seconda per 2 minuti in più).
Cuoci per 25 – 27 minuti, sino a che otterrai due torte dorate e gonfie.
Togli dal forno e lascia raffreddare bene.



Preparazione della gelatina

In una pentolina mettere il succo di frutta, scioglierci agar agra senza formare dei grumi, aggiungere il miele. Mettere il composto sul fuoco a fiamma bassa. Nel giro di 5 minuti il composto si addensa.
Togliere dal fuoco e versare il tutto in una pirofila coperta di carta forno. Attendere che la gelatina si raffreddi e solidifichi bene.
Una volta che il composto si sarà raffreddato con degli stampini a forma di fiore tagliare la gelatina. 


Preparazione della crema

Nel vaso della kitchen freddo mescolare il mascarpone, la panna vegetale, lo yogurt greco, zucchero a velo.
Azionare la macchina e aspettare che il composto monti.



E' finalmente il momento di montare il dolce.

Taglia la Sponge cake in due parti, bagnare se necessario con il succo di frutta alla fragola.
Al 1° disco aggiungere la crema e i pezzi di fragole tagliare a cerchi, evitate di utilizzare la parte più streatta a punta delle fragole, le utilizzeremo per la decorazione finale.
Procedere così per tutti gli strati della torta. Alla fine si avranno 4/6 strati.

L'ultimo strato decoratelo con la sac-à-poche, utilizzando le punte delle fragole avanzate e le gelatine tagliate con motivo floreale.

Mettere il frigo per almeno 2 ore in modo che il dolce si assenti.
Servirlo freddo.




LEGGI TUTTO...

16 maggio 2015

Torta salata con formaggio di capra, pomodori e basilico



Squilli di trombe...è arrivata la Re-cake di Maggio e...udite udite è salata....siiiiii finalmente qualcosa di salato. Non che le Re-cake precedenti non fossero spettacolari ma un po' di salato ci voleva.
Ebbene finalmente al 3° tentativo sono riuscita a scattare qualche foto e scrivere il post. I precedenti 2 tentavivi finivano nelle pance di amici e parenti che che riuscissi a scattare qualche foto.
Il formaggio di capra abbinata ai pomodorini crea un contrasto molto particolare, che ho accentuato utilizzando un olio aromatizzato ai limino di sicilia.
Ho utilizzato il basilico come decorazione, non mi piace molto cotto, lo preferisco in purezza.



Questa volta ho preso spunto dalla Re-cake di Sara Fumagalli, spettacolare come sempre.
http://www.dolcizie.ifood.it/2015/05/torta-salata-con-formaggio-di-capra.html

Unitevi anche voi a Re-cake, ci si diverte e si impara sempre qualcosa.

INGREDIENTI

Per la pasta “pizza”
 220 gr di farina di grano duro
 1 cucchiaino di lievito di birra secco (oppure 8gr di fresco)
 1/3 cucchiaino di sale fino
 2 cucchiai di olio EVO
 1 uovo
 80 ml di acqua tiepida
Per il ripieno
 2 uova
 100 gr di yogurt greco
 100 gr di formaggio di capra schiacciato con una forchetta (io ho utilizzato del caprino fresco)
 50 gr di farina 00
 1 cucchiaino di sale fino
 ½ cucchiaino di pepe macinato
 
Per la farcia
 340 gr di pomodorini ciliegina tagliati a metà
 40 gr di formaggio di capra sminuzzato (io ho utilizzato la feta greca)
 olio Evo
 basilico per guarnire


PROCEDIMENTO
Per prima cosa occorre preparare la base della torta. Diciamo che non è
una base per pizza come siamo abituati ad intenderla noi.
In una ciotola mescolate la farina con il lievito (se usate quello
secco, altrimenti se usate quello fresco scioglietelo nell’acqua tiepida) e il
sale. Formate una fontana e al centro versatevi l’olio, l’acqua tiepida e
l’uovo. Impastate il tutto fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.
Trasferite la pasta nel ripiano leggermente infarinato e lavoratela
ancora un pochino. Il vostro impasto dovrà essere elastico e non appiccicoso,
se lo fosse aggiungete un cucchiaio di farina e impastate ancora.
Stendete l’impasto nella teglia creando un bordo lungo il perimetro Se
volete un impasto “focaccioso”, allora stendetelo in uno stampo rotondo da 22,
se invece, volete un impasto più sottile e croccante, stendetelo nella
leccarda.



Preparate il ripieno
Mescolate tutti gli ingredienti del ripieno. Dovete
ottenere un composto omogeneo. Versatelo sopra la base per pizza e stendetelo in modo omogeneo.
Inseritevi quindi i pomodorini (con il lato tagliato rivolto verso
l’alto), cospargete con il formaggio di capra sbriciolato e irrorate con un
filo di olio.
Cucinate a 170° per circa 40 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare,
decorate con foglie di basilico e servite.
Con le dosi che vi ho dato, potete preparare una torta salata “focacciosa” usando una tortiera diametro 22, oppure, potete stendere l’impasto nella leccarda per ottenere una “torta” più sottile.



Le forme che si possono dare a questa Re-cake sono veramente svariate, tonda, rettangolare, quadrata. Io oggi ho utilizzato uno stampo tonto classico e degli stampini piccoli da monoporzione.


LEGGI TUTTO...

6 maggio 2015

Tajine di pollo




Domenica 19 aprile giornata conclusiva di "Este in fiore", esattamente alle ore 13.30 ero in Piazza Maggiore, orario in cui si poteva vedere con una certa tranquillità quasi tutto, per poi alle 15.30 essere già di ritorno... 
Elena era già andata il sabato mattina con mia mamma, ma entrambe hanno voluto ritornare, forse per gli acquisti da fare...? Elena adora le piante grasse, io no..., quindi piantine ed annesso vaso multiplo in terracotta, mia mamma vaso di terracotta da mettere nell'aiuola, piantina da inserire nel secchio del pozzo... e che fai non prendi il basilico, e non le prendi delle bellissime fragole... Per quanto riguarda la sottoscritta... vai ad una manifestazione florivivaistica a dir poco stupenda e che fai non ti prendi la tajine?! Vi giuro, quando ho visto quella signora con una moltitudine di tajine tutte colorate e contenitori pieni di spezie, mi credete vero se vi dico che non sono riuscita a non resistere all'acquisto?!
Ok... la prossima volta credo ci servirà un carrello. Un trio malefico per il portafogli, ma che trio...!!!
Ho chiesto alla titolare di questa attività, alcune informazioni e lei molto gentile, mi ha fornito notizie utili per la cottura delle varie tipologie di carni, quali spezie usare... e qui mi ha prepato una miscela di zenzero, curcuma, paprica dolce, curry e un pizzico di peperoncino e poi ha aperto il suo tajine per farmi vedere come disporre carne e verdure.
Da qui in poi è iniziata la ricerca della ricetta, usi e costumi del Marocco.
Una ricerca continua, su spezie, carni, pesci e tutto qello che gli gira attorno.
Alla fine vi propongo la mia, sicuramente non proprio marocchina, ma con qualche influenza si.

INGREDIENTI e dosi per 6-8 persone:

1,5 kg di pollo, io ho usato la parte del petto;
3 zucchine;
4 patate;
3 carote;
2-3 peperoni gialli, rossi ed arancioni (io ho trovato una varietà piccola al supermercato e ne ho utilizzati 5-6 di diverso colore);
2-3 peperoni verdi piccanti;
4 cipolle rosse;
olio evo;
1 cucchiaino di miscela di spezie;
sale e pepe qb.

PROCEDIMENTO:

Far soffriggere nell'olio 3 cipolle tagliate sottilmente con la punta di un cucchiaio di spezie, precedentemente miscelate, e già qui i profumi, credetemi, erano fantastici... tagliate a pezzi i petti di pollo e rimestateli finchè la parte esterna non si sarà colorata. A questo punto adagiate sopra il pollo le verdure, le zucchine tagliate in quarti, le carote pelate e fatte a grosse rondelle, le patate pelate e fatte anch'esse a quarti. I peperoni se utilizzate quelli grandi tagliate le falde in grossi pezzi, se invece utlizzate, come me, quelli piccoli adagiateli in tutta la loro grandezza, i peperoni verdi piccanti li ho tagliati solamente a metà, in modo che potessero sprigionare tutta la loro piccantezza, la cipolla rimasta tagliata a fette e adagiata sopra le verdure. A questo punto quando tutti gli ingredienti sono posizionati sopra la carne, prendete un bicchiere dove metterete 2 cucchiai di olio e 2 di acqua, aggiungete un cucchiaino di spezie miscelate e cospargete sopra le verdure e di conseguenza sulla carne di questo composto. Mettete la tajine sul fuoco, mi raccomando utilizzate uno spargifiamme, e a fuoco bassissimo lasciate cuocere per almeno 1 ora e mezza. A cottura ultimata tritate qualche foglia di prezzemolo e cospargetela sopra.
Servite in tavola ed assaporate questa ricetta dagli ingredienti semplici, ma ricchi di sapori.

Alla prossima... Marianna.


LEGGI TUTTO...

Dolce di ricotta ai 3 cioccolati


Quando si hanno ospiti dell'ultima ora questo dolce è ideale, golosissimo e veloce da preparare.
Lo si può cuocere nella tradizione pentola con diametro 16/18 oppure in stampini monoporzione come ho fatto io, molto carini da servire agli ospiti.




Ingredienti
250 gr di ricotta
100 gr di zucchero semolato
2 uova piccole
10 gr di fecola di patate
5 gr di cacao amaro in polvere
1 pizzico di sale
1 pizzico di cannella




Preparazione
Montare i tuorli con lo zucchero e unite la fecola setacciata e il cacao. Aggiungete la ricotta lavorata con una forchetta e gli aromi. Infine amalgamate, con movimenti dal basso verso l'altro, alle chiare d'uovo montate a neve.
Versate in uno tampo da 16/18 cm di diametro, abbiate l'accortezza di rivestire completamente di carta forno, infornate a 170° per circa 50 minuti.

Io al classico stampo tondo ho preferito utilizzare uno stampo in silicone con forme piccole un po' cave al centro che potessero contentere le creme ai 3 cioccolati.



Ganache al cioccolato fondente
100 g di panna
80 g di cioccolato fondente
Scaldare la panna e quando inizia a bollire, togliere dal fuoco, aggiungere il cioccolato fondente spezzettato, farlo sciogliere bene e lasciarlo raffreddare qualche minuto mescolando di tanto in tanto



Ganache al cioccolato bianco
100 g di panna
80 g di cioccolato bianco
Scaldare la panna e quando inizia a bollire, togliere dal fuoco, aggiungere il cioccolato bianco spezzettato, farlo sciogliere bene e lasciarlo raffreddare qualche minuto mescolando di tanto in tanto.



Ganache al cioccolato al latte
100 g di panna
80 g di cioccolato al latte
Scaldare la panna e quando inizia a bollire, togliere dal fuoco, aggiungere il cioccolato al latte spezzettato, farlo sciogliere bene e lasciarlo raffreddare qualche minuto mescolando di tanto in tanto.


Molto carini serviti su piattini monoporziale.
Questo dolce è ideale per le serate d'estate per cene informali con gli amici.

LEGGI TUTTO...

4 maggio 2015

Frittata con asparagi verdi e caprino

Apericena

Buongiorno a tutti e buon inizio di settimana. 
Questa settimana sarà dedicata a ricette facili e veloci da utilizzare per un aperitivo con gli amici. Quando il tempo è poco e non possiamo preparare una vera cena allora ci possiamo rifugiare in una serie di preparazioni che ci permetteranno di intrattenere gli amici, e conversare in compagnia, magari in giardino o su un bel terrazzo, abbinandoli ad buon aperitivo.

Apericena.....sempre più in voga negli ultimi anni.
La prima prosposta è una frittata di asparagini e formaggio caprino. 
Ho scelto gli asparagi perchè sono la verdura di stagione, ma questa preparazione si adatta a qualsiasi tipo di verdura e formaggio.
Può essere gustata tranquillamente anche a temperatura ambiente.




E' primaveraaaaa......e con lei ritornano le prelibatezze fresche....Oggi asparagi, una ricetta facilissima, quello che conta è avere prodotti di ottima qualità.


Ingredienti per 2 persone

4 uova
100 gr di asparagi verdi
100 gr di formaggio caprino semi stagionato



Procedimento
Tagliare gli asparagi a rondelle, avendo cura di lasciare intatte le punte, meterli in padella con un po' di olio di oliva e farli cuocere per 10 minuti, regolando di sale e pepe. Farli raffeddare quando pronti.
Tagliare il formaggio a piccoli pezzettini.
Sbattere le uova con sale e pepe e farle incamerare aria con un frullino elettrico.

Accendere il forno a 200°, prendere unapirofila e ungerla di olio.

Aggiungere gli asparagi e il formaggio alle uova. Versare il composto nella pirofila ed informare per 20 minuti circa, o fino a quando la frittata si sarà gonfiata. Sfornare e aggiungere le punt degi asparagi.

Potete servirla come secondo accompagnata da asparagi cotti alla piatra oppure come aperitivo tagliato a dadini.



 
LEGGI TUTTO...